Programma 2019-2020


Sabato 7 e domenica 8 settembre 2019

Dalla generosità alla saggezza – L’addestramento alle qualità trascendenti

Insegnante: Drupla Lodrö

Le qualità di generosità, condotta etica, pazienza, perseveranza gioiosa e concentrazione meditativa vengono praticate associandole alla saggezza (o conoscenza superiore). Mentre si esercita con tali qualità (in sanscrito, “paramita”), il praticante si trasforma gradualmente in bodhisattva, un essere che porta due benefici: l’uno a se stesso e l’altro agli altri esseri.

Durante questo corso verranno spiegate le qualità trascendenti della concentrazione meditativa e della conoscenza superiore.


Martedì 19, mercoledì 20 e giovedì 21 novembre 2019

Dalla generosità alla saggezza – L’addestramento alle qualità trascendenti

Insegnante: Lama Rabsel

Durante questo corso si proseguirà lo studio, iniziato ad aprile 2018, della qualità trascendente della pazienza, antidoto alla collera.


Martedì 14, mercoledì 15 e giovedì 16 gennaio 2020

L’insegnamento affronterà un tema filosofico che verrà indicato a breve e sarà tenuto da un docente himalayano dell’Istituto Shri Diwakar di Kalimpong (India).


Martedì 17, mercoledì 18 e giovedì 19 marzo 2020

Comprendere gli insegnamenti del Buddha.

Primo livello: Il senso di una via di liberazione

Insegnante: Dominique Thomas

Qualunque cosa facciamo soffriamo la sensazione di un vuoto che non riusciamo a riempire. Partendo da questa costatazione, il Buddha ci invita a interrogarci sulla pertinenza delle nostre certezze e sul nostro modo di essere. Saremo poi in grado di agire con maggiore consapevolezza. Quando applichiamo l’insegnamento spirituale capiamo perché la nostra mente può accedere alla liberazione del perfetto risveglio e andiamo oltre la confusione dell’ego attuando la saggezza benevola del cuore.


Sabato 18 e domenica 19 aprile 2020

Prendere rifugio nella quotidianità

Insegnante: Lama Rabsel

La presa di rifugio è l’impegno che segna l’inizio della via spirituale. Gli oggetti di rifugio sono i tre gioielli: il Buddha (il risveglio), il dharma (l’insegnamento) e il sangha (le guide). Connettersi al rifugio significa arricchire la propria vita dandole una dimensione spirituale e trovare un sostegno affidabile lungo il percorso. In questo modo si possono rivelare le qualità risvegliate presenti in ognuno di noi.


Martedì 26, mercoledì 27 e giovedì 28 maggio 2020

La mente di risveglio

Insegnante: Lama Töndrup

La mente di risveglio (“bodhicitta”, in sanscrito) è l’intenzione altruista, il desiderio profondo di eliminare definitivamente la sofferenza degli esseri. Grazie allo sviluppo di tale aspirazione e applicazione nella quotidianità, che sorge da una comprensione reale della situazione di vita nostra e degli altri, possiamo far crescere le qualità risvegliate presenti in ognuno di noi.

Si alterneranno insegnamenti e sessioni di meditazione guidata.